Realtà aumentata

Realtà Aumentata

  • Che cos'è la realtà aumentata?

    Quando si parla di realtà aumentata, si parla di una tecnologia elevata che permette, tramite l'uso di particolari strumenti digitali, di interagire con l'ambiente esterno. Bisogna fare attenzione a non confondere la realtà aumentata con la realtà virtuale. La realtà aumentata sfrutta elementi già presenti nell'ambiente e sfrutta l'interazione con l'ambiente circostante per ottenere una conoscenza più approfondita e specifica di determinati elementi. La realtà virtuale, invece, utilizza le tecnologie digitale per ricreare un ambiente completamente artificiale. La realtà aumentata permette quindi di incrementare e migliorare – tramite l'interazione uomo-tecnologia – una serie di azioni che vengono regolarmente svolte ogni giorno. Bisogna sottolineare che la realtà aumentata garantisce un'arricchimento delle percezioni grazie a elaborazioni digitali, ossia software, che consentono di ottenere informazioni che non possono altrimenti essere ottenute se si fa uso solo dei classici cinque sensi. A seconda del tipo di tecnologia che si utilizza, quindi, si potrà migliorare la conoscenza tramite una visualizzazione più accurata e dettagliata dell'ambiente, incrementare le percezioni dei suoni o ancora comandare a distanza strumenti tecnologici come smartphone, tablet o altro.

  • Un po’ di storia

    Come tutte le innovazioni tecnologiche, anche quella della realtà aumentata nasce in ambiti specifici della ricerca, in particolare della medicina, e all’interno delle applicazioni militari. Un esempio classico di realtà aumentata ben nota anche grazie ai numerosi film e serie di guerra o di fantascienza è dato dai cosiddetti HUD, ossia gli Head Up Display, che permettono ai piloti di aerei di ottenere una serie di importanti informazioni aggiuntive, come le distanze da determinati punti, l’inclinazione dell’aereo e molto altro. La realtà aumentata è diventata di utilizzo pubblico nel 2009. Il primo software di uso pubblico che ha sfruttato le tecnologie di realtà aumentata è stato Layar. Layar è un browser specifico per mobile devices che permette una serie di ricerche avanzate. Per poter funzionare è necessario che il dispositivo mobile sul quale viene installato abbia non solo una fotocamera, ma anche un GPS con bussola e un accelerometro. Questi strumenti permettono all’utente di ottenere informazioni su eventuali punti di interesse posizionati nelle vicinanze della zona in cui si trovano. Inoltre, elemento fondamentale, permette di localizzarli e raggiungerli, puntando la telecamera del telefono nella direzione verso cui si vuole andare. Sul display appariranno le diverse icone specifiche dei punti geo-localizzati verso cui si intende andare, permettendo in tal modo un semplice raggiungimento degli stessi. Negli ultimi anni, lo sviluppo delle tecnologie applicate a smartphone e tablet ha permesso di realizzare app specifiche, soprattutto per i dispositivi Android, iPhone e Windows Phone, per un uso sempre più comune di tecnologie di realtà aumentata. Tramite le app, infatti, è possibile trovare informazioni per raggiungere località differenti, per ritrovare più facilmente la propria auto in parcheggi di grandi dimensioni o ancora per giocare con personaggi inventati e fantastici che si nascondono in giro per la città.

  • Due tipi di realtà aumentata

    Bisogna specificare che quando si parla di realtà aumentata si possono intendere due differenti tecnologie. La prima, quella che sta avendo sempre maggiore successo, ossia sta venendo convogliata anche verso il grande pubblico, la comunicazione e il marketing, à quella che viene vissuta tramite i dispositivi mobili. Smartphone e tablet dotati di fotocamera, GPS, bussola e accelerometro possono essere utilizzati per visualizzare una serie di dati e informazioni relativi all’area che viene visualizzata tramite l’obiettivo della videocamera stessa. Si crea in tal modo una sovrapposizione tra gli elementi fisici presenti nell’ambiente e quelli digitali, proposti dal dispositivo. Un altro tipo di realtà aumentata à quella che viene utilizzata tramite elaborazione su computer. In questo caso, la realtà aumentata consiste in specifici software in grado di riconoscere disegni in bianco e nero che vengono elaborati tramite marcatori specifici per la realizzazione di immagini, filmati e altri contenuti multimediali. Questo tipo di realtà aumentata à stata utilizzata con successo in Inghilterra nel 2014 per uno spot della Pepsi Max che, presso una fermata del pullman, permetteva a chi sedeva sulle panchine di essere inserito in un mondo in cui tigri, ufo, piovre giganti e molto ancora si trovavano a infestare l’ambiente circostante.

  • Realtà aumentata e intelligenza artificiale

    Quando si parla di realtà aumentata si deve necessariamente parlare anche di intelligenza artificiale. Infatti la prima, oltre a proporre un interazione sempre maggiore tra uomo e macchina, fa sempre più uso di strumenti che posseggono un Intelligenza Artificiale rendendo queste due forme di tecnologia sempre più connesse tra loro. Il celebre economista americano Michael Porter ha messo in evidenza come queste due forme di tecnologia sono destinate a diventare velocemente di uso comune nella vita di tutti, sia per quanto riguarda l’aspetto lavorativo che quello privato. Se da un lato, tuttavia, l’Intelligenza Artificiale e le Reti Neurali già presentano un gran numero di applicazioni in molti campi, da quello medico a quello azionario, fino a quello della robotica, la Realtà Aumentata è ancora in una fase embrionale, di sperimentazioni. L’imprenditore Dhiraj Mukherjee, considerato uno dei più influenti nel settore della tecnologia, l’anno scorso ha evidenziato come Intelligenza Artificiale e Realtà Aumentata saranno elementi fondamentali in un prossimo futuro. Mettendo da parte scenari apocalittici e fantascientifici in cui le macchine prendono il controllo dell’uomo, Dhiraj Mukherjee evidenzia come l’Intelligenza Artificiale potrà al contrario presentarsi come uno strumento fondamentale per l’incremento della conoscenza umana. Essa, infatti, insieme alla Realtà Aumentata, permetterà di effettuare un gran numero di scoperte relative non solo alle dinamiche della fisica, ma anche della matematica, per la realizzazione di applicazioni sempre nuove, che al momento difficilmente si possono immaginare.

CONTATTI E ISCRIZIONI

Per partecipare è necessario ritirare un gadget di riconoscimento presso l'Istituto “A. Righi”, in via Antonietta Rosati 3, a partire dal mese di dicembre tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 12,00 – Ufficio Protocollo; il lunedì o il martedì dalle ore 15,30 alle ore 17,00 – Ufficio Didattica.

Ai fini del perfezionamento del riconoscimento e dell'accettazione del presente regolamento, gli interessati dovranno essere accompagnati (o rappresentati) da uno dei genitori o esercenti la responsabilità genitoriale.